I migliori per il tuo sonno

Materassi Antidecubito

I migliori materassi antidecubito (2021)

Miriam

Gli ultimi aggiornamenti: 07.10.2021 2:00 Minuti

Avete mai sentito parlare di materassi antidecubito?

Se la risposta è no, non vi preoccupate, è assolutamente normale non sono poi così conosciuti. 😞

Che cosa sono e a cosa servono i materassi antidecubito ve lo spiegheremo noi in quest’articolo.

Vale la pena comprarne uno? Scopriamolo insieme.

Ecco qui sotto la nostra recensione! 👇

I migliori materassi antidecubito 2021
  • panoramica
  • info
  • Perchè acquistarlo
  • Tipologie
  • il materasso ad aria nel dettaglio
  • Cose importanti
  • adatto alle persone che devono stare molto tempo a letto

  • dispositivi medici

  • facile da trasportare dato lo spessore minimo come un coprimaterasso

  • da provare, non sono adatti a tutti

  • alcuni materassi possono essere molto rumorosi per colpa del compressore

Che cos’è un materasso antidecubito?

Mai stati in un ospedale? O in una clinica? 🚑

Se la risposta è sì allora avrete anche visto un materasso antidecubito!

I materassi antidecubito sono dei dispositivi medici, utilizzati principalmente in strutture ospedaliere e cliniche.

Il materasso antidecubito è stato pensato per le persone che sono costrette a restare a letto per molto tempo a seguito di:

  • gravi incidenti
  • operazioni
  • patologie.

La poca mobilità fa sì che il contatto troppo prolungato tra la pelle e il materasso, oltre ad una pressione del corpo distribuita in modo sbagliato, porti a gravi problemi alla cute, come lesioni o piaghe.

Perchè acquistare un materasso antidecubito?

Ora che abbiamo visto che cosa sia un materasso antidecubito vi spieghiamo il perchè è importante comprarne uno!

Parlando di ferite abbiamo visto che sotto la pelle possono essere provocate dalla pressione eccessiva del corpo sul materasso.

Nel particolare stiamo parlando di quei punti in cui le ossa sporgono maggiormente.

Il materasso antidecubito, è stato pensato per attutire e ridistribuire la pressione e per garantire il giusto livello di traspirabilità e igiene alla pelle.

Il materasso antidecubito viene utilizzato per trattare i disturbi della pelle, ma anche e soprattutto per prevenirli!

Quante tipologie di materassi antidecubito esistono sul mercato? Principalmente tre.

Essi si differenziano in base alla:

  • struttura
  • tecnologia che utilizzano.
  • materiali

La vostra scelta si baserà principalmente sulle condizioni di salute e sulle esigenze personali della persona che lo andrà ad utilizzare.

Prima di fare un acquisto del genere, vi consigliamo di chiedere consiglio al vostro medico che saprà indicarvi la tipologia più adatta a voi.

I diversi tipi di materasso antidecubito

Più che un materasso come lo intendiamo noi, il materasso antidecubito è un coprimaterasso.

Si colloca sul materasso che già si possiede per aiutare a sostenere il corpo nel modo corretto ma non solo! Serve anche a disperdere umidità e calore 💦

Ci sono tre principale tipologie in base alla loro composizione interna:

  • materassi antidecubito in tessuto
  • materassi antidecubito ad aria
  • materassi antidecubito ad acqua

Materasso antidecubito in tessuto

materasso antidecubito in tessuto
La nostra scelta del materasso antidecubito in tessuto: Gerialife®

Il materasso antidecubito in tessuto è:

  • altamente traspirante
  • anallergico
  • antiodore

Il tessuto ha delle maglie grandi che permette di creare uno strato d'aria tra materasso e il corpo permettendo un ricambio dell'aria continuo.

I modelli migliori hanno delle maniglie ai quattro angoli per poterlo agganciare al materasso.

Il principale vantaggio di questi modelli è la loro leggerezza!

In più si possono lavare in lavatrice!

Questo tipo di materasso antidecubito in tessuto è pensato più per ridurre l’umidità in eccesso e diffondere il calore 🔥

L'obiettivo? Alleviare problemi superficiali della cute.

Per chi non è indicato: questo tipo di materasso non è indicato per le persone costrette a rimanere sdraiate a lungo per cui serve un altro tipo di materasso che dia più supporto.

Materasso antidecubito ad aria

materasso antidecubito ad Aria
La nostra scelta del materasso antidecubito ad aria: AIESI®

Il materasso antidecubito ad aria è il più diffuso in assoluto ed è specialmente consigliato alle persone che hanno disturbi alla pelle causate dallo stare a letto troppo a lungo.

Questo materasso è realizzato in PVC ed ha centinaia di celle che si riempiono d'aria.

Grazie a un sensore collegato a un compressore si può rilevare la pressione esercitata dal corpo sul materasso e gonfiare o sgonfiare le bolle d’aria in corrispondenza delle zone più a rischio.

Questa tipologia di materasso è consigliata nel caso di:

  • riabilitazione
  • mantenimento muscolare
  • Prevenire eventuali lesioni della pelle

Materasso antidecubito ad acqua

materasso antidecubito ad acqua
La nostra scelta del materasso antidecubito ad acqua: Enwebalay

I più costosi sul mercato! E anche i più difficili da trovare.

Anche in questo caso i materassini sono in PVC e l'acqua presente al suo intero permette di distribuire in modo omogeneo la pressione del corpo.

In questo caso non c'è bisogno di un compressore esterno.

Lo svantaggio? Il materasso risulta pesante e il paziente potrebbe sentire un senso di nausea.

Il materasso antidecubito più comune nel dettaglio: ad aria

La maggior parte dei materassi antidecubito ad aria è pensata per un letto singolo, per cui la larghezza si aggirerà sempre intorno ai 90 cm.

dimensioni materasso antidecubito ad aria

La lunghezza e lo spessore, invece, possono variare molto a seconda del modello.

Quelli migliori però hanno una lunghezza molto elevata, fino a 3 metri, in modo da poterli fissare meglio al letto e assicurarsi che non si spostino o scivolino durante i movimenti.

Per quanto riguarda lo spessore, vale la stessa regola che vige in genere per tutti i materassi: più elevato è, più comodo e benefico sarà il materasso per la schiena.

Un buon spessore si aggira intorno ai 7 cm, mentre i migliori prodotti arrivano anche a 12 cm.

Un materasso dalle dimensioni compatte e con uno spessore ridotto, tuttavia, potrebbe presentare il vantaggio di essere facilmente ripiegabile o trasportabile.

Un altro parametro importante: la portanza.

Il peso massimo supportato dovrebbe essere di circa 100 kg.

Il nostro consiglio: diffidate dei prodotti che hanno una portanza inferiore a 100kg.

Il numero di celle di un materasso antidecubito ad aria

Un’altra caratteristica da tenere in mente quando si compra un materasso antidecubito ad aria è il numero di celle.

Da questo dipende quanto può essere mirata ed efficace la compressione d’aria e quanto ergonomico risulterà il materasso.

Si parte da un minimo di 100 fino ad arrivare anche a 170 celle d’aria.

numero di celle di un materasso antidecubito ad aria

La nostra scelta: Il materasso antidecubito ad aria AIESI®

Nel caso alcune celle si danneggino o per qualche motivo il rivestimento si laceri, alcuni modelli sono forniti anche di un kit di riparazione in dotazione.

Il kit include delle toppe in PVC e di un tubetto di mastice.

Che cos'è il compressore?

Come già accennato, il materasso antidecubito ad aria va collegato ad un compressore tramite un tubo d’aria.

Il compressore è un dispositivo alimentato a corrente elettrica e genera una pressione che può essere continua o alternata.

La maggior parte dei modelli in commercio offre quest’ultima tipologia di pressione, perché è la più indicata anche per terapie di riabilitazione.

Ma che cos'è un compressore?

Il compressore offre l’opportunità di alternare cicli di pressione, in modo che il corpo non si adagi sempre sugli stessi punti e si mantenga attiva la muscolatura della persona sdraiata.

Ogni ciclo, che può durare da 5 ai 12 minuti, gonfierà alternativamente delle file di celle, sgonfiando al tempo stesso le altre.

I migliori compressori permettono di regolare la pressione in base al peso, mediante la manopola.

I compressori non presentano altre funzioni particolari, fatta eccezione ovviamente per il pulsante di accensione/spegnimento.

Una funzione piuttosto rara, ma al tempo stesso molto utile, è lo spegnimento automatico in caso si verifichi un corto circuito.

Dal punto di vista della potenza, il valore importante a cui è: quanti litri per minuti ha di portata?

Per andare sul sicuro, acquistate un compressore che possa garantire una portata di circa 7 litri al minuto.

Ultima cosa: il rumore.

compressore materasso antidecubito ad aria

Questa caratteristica viene spesso sottovalutata ma nel caso in cui il compressore dovesse rimanere acceso anche durante la notte bisogna scegliere un compressore che non disturbi il sonno e quindi il più silenzioso possibile.

In generale, la rumorosità di un compressore non dovrebbe superare i 30 decibel.

Per quanto riguarda la struttura invece, è importante prestare attenzione anche alle dimensioni del compressore.

Potrebbe essere appoggiato sul comodino e quindi deve essere compatto!

I modelli migliori hanno dei ganci che permettono di fissare il compressore a un mobile o a uno scaffale ma non è per forza necessario.

Allo stesso modo, il cavo di collegamento dovrebbe avere una lunghezza sufficientemente, maggiore di 1 metro.

Per ultima cosa ma non per ordine d'importanza: la facilità di manutenzione.

Essendo un prodotto utilizzato per molte ore di fila, è importante che l'igiene sia ottimo e costante.

Bisogna ricordare che i modelli migliori in commercio possono essere lavati in lavatrice!

Cos’altro è importante sapere?

Quanto contano i materiali?

Bene o male i materiali utilizzati per realizzare materasso antidecubito sono sempre gli stessi.

In generale, la maggior parte dei prodotti in commercio si avvale del PVC, un materiale molto resistente all’usura, leggero, impermeabile e flessibile.

Visto che il compressore rimane acceso mentre l’utente dorme, è essenziale che vengano rispettati degli standard di sicurezza.

Ad esempio, è sempre bene accertarsi che nella descrizione del prodotto sia riportato che tutti i materiali sono ignifughi.

Alcuni modelli di materassi sono realizzati anche in nylon, oltre al PVC, per garantire più comfort e traspirabilità.

Per quanto riguarda i materassi in tessuto senza compressore consigliamo dei modelli:

  • in tessuti traspirabili
  • antiallergici
  • origine naturale: cotone.

Quanto conta la marca?

Ci sono diversi marchi che producono i materassi antidecubito.

Per aiutarvi fra i tanti brand sul mercato, vi suggeriamo di affidarvi a nomi conosciuti o con molta esperienza nel campo di prodotti medicali.

Se dovesse mancare un pezzo o nel caso in cui si verificassero dei malfunzionamenti, è essenziale che sia disponibile un servizio di assistenza valido e soprattutto tempestivo, dato che sarebbe a rischio la salute dell’utente.

Un’azienda affidabile, inoltre, potrà garantire che i materiali utilizzati, sia per il materassino che per il compressore, siano di qualità, duraturi e soprattutto sicuri.

Oltre a quelli che vi abbiamo consigliato ci sono anche: Gima, Queraltò e Anteamed

Quanto conta il prezzo?

Quanto costa un materasso antidecubito? Ce lo siamo chiesti anche noi!

Il costo del materasso è un fattore determinante per la scelta del materasso, poiché dipende:

  • dalla qualità dei materiali
  • dalla longevità
  • dall’efficacia della tecnologia utilizzata.

I modelli più economici hanno delle dimensioni più ridotte e presentano di conseguenza meno celle d’aria rispetto ai prodotti appartenenti a fasce di prezzo più alte.

Il range di prezzo di cui parliamo va da circa 30 fino a 50 euro.

I prodotti che rientrano nella fascia di prezzo media partono da circa 50 euro fino a 80 euro.

Solitamente includono un kit di riparazione, permettono di regolare la pressione e possono supportare pesi elevati.

Nella fascia di prezzo più alta, che arriva fino a 150 euro, rientrano quei materassi realizzati in materiali di alta qualità e sicuri, che si compongono anche di 170 celle d’aria.

Conclusione

Il materasso antidecubito è alla fine un coprimaterasso che serve per le persone che devono rimanere a lungo a letto.

Per le persone che hanno semplicemente mal di schiena, vi consigliamo di leggere il nostro articolo dedicato qui.

Ne vale la pena prendere un materasso antidecubito? Se si hanno dolori assolutamente sì.

Questa è la nostra opinione, seguiteci per altri articoli come questi!

Miriam

Miriam ha una passione per la scrittura e per il raccontare storie che fa attraverso queste pagine e i suoi video. La cosa che le piace di più è testare nuovi materassi (cambiare spesso materasso è divertente!) per poi scrivere recensioni.

Ti potrebbe anche interessare…

Se si acquista attraverso i link contrassegnati con "*", riceveremo una piccola commissione, ma non aumenterà il prezzo di acquisto. Al contrario: con il nostro codice di sconto potrete risparmiare.